AROMATERPIA E MEDICINA TRADIZIONALE CINESE

Tutte le antiche civiltà, cinese, indiana, egizia, greca, araba, romana, ecc.. hanno sempre utilizzato le proprietà delle piante a scopi terapeutici

tagmedicina,CINESE

La Natura a portata di naso

In questo articolo ti parlerò dell’aromaterapia, una branca della fitoterapia che utilizza gli oli essenziali come pratica naturale per riportare benessere all’intero organismo, sia a livello fisico che emotivo e mentale. L’aromaterapia si sta affiancando e integrando sempre più velocemente nei percorsi di benessere di medicina olistica ed allopatica per alleviare disagi fisici e malesseri psico-emotivi.

Oli Essenziali: origini, essenza, modalità di estrazione

Tutte le antiche civiltà, cinese, indiana, egizia, greca, araba, romana, ecc.. hanno sempre utilizzato le proprietà delle piante a scopi terapeutici. Gli oli essenziali sono le sostanze liquide e volatili (che evaporano facilmente se esposte all’aria) estratte dalle piante o parti di essa come semi, corteccia, foglie, steli, radici, fiori, frutto ecc… e racchiudono le proprietà rigeneranti, protettive e immuno-rinforzanti delle piante.

Gli oli essenziali sono le sostanze che conferiscono alla pianta il suo aroma e il profumo e che la pianta produce per difendersi dai danni procurati dai nemici erbivori, per attirare gli impollinatori, per sostenere la crescita quando le sostanze nutritive sono limitate, per contrastare l’attacco dei microbi, per creare un repellenti contro gli insetti, per proteggersi dai danni solari e dalle temperature fredde)

I costituenti chimici degli oli essenziali presentano dimensioni molecolari molto ridotte e sono liposolubili, caratteristiche che permettono loro di penetrare nella pelle e nell’organismo molto rapidamente e di influire su ogni cellula del corpo nell’arco di 20 minuti, per poi essere metabolizzate come gli altri nutrienti (Jager et al. 1992 e 1996). Per rendere risultati terapeutici sperati gli oli essenziali devono essere certificati e testati come puri al 100%, caratteristica che li distingue da altri prodotti nei quali sono presenti solventi chimici che aiutano a produrre una quantità di olio maggiore e più velocemente, riducendo i costi e la qualità. Questi prodotti potranno sembrare simili, ma in realtà la loro sostanza è completamente priva dei costituenti chimici necessari a rendere un efficacia terapeutica in ambito di medicina clinica e/o olistica.

Ci sono due modalità di estrazione degli oli essenziali:

1. Spremitura a freddo, utilizzata prevalentemente per estrarre gli oli essenziali dagli agrumi

2. Distillazione in corrente di vapore, per le altre tipologie di piante

Modi di utilizzo

Gli oli essenziali possono essere utilizzati in modi differenti. L’operatore esperto in Aromaterapia è in grado, di volta in volta davanti al caso specifico, consigliare la modalità più efficace:

– a livello topico –

  • attraverso l’ applicazione diretta sulla zona interessata, utilizzandoli puri o diluiti con altri oli vettori come olio di mandorle, jojoba, vinacciolo ecc..

  • attraverso massaggi e trattamenti

– a livello aromatico –

  • attraverso l’inalazione dell’olio in forma nebulizzata o del vapore delle componenti aromatiche volatili da esso sprigionate, utilizzando un diffusore ad ultrasuoni

  • attraverso i suffumigi con acqua calda

  • attraverso l’inalazione dell’olio da un fazzoletto, una salvietta ecc..

– a livello interno –

  • attraverso l’utilizzo degli oli essenziali in cucina

  • assumendoli direttamente con capsule vegetali

  • aggiungendoli alle bevande

  • assumendoli per via sublinguale

Oli essenziali: benefici per un organismo sano

I costituenti degli oli essenziali agiscono a livello fisico, essi hanno proprietà antiossidanti (contrastando i radicali liberi causa dello stress ossidativo), antibatteriche, antifungine, antinfettive, antiparassitarie, antivirali, antisettiche, antimicrobiche, distruggendo numerosi batteri e virus e rafforzando il sistema immunitario (Serafino et al. 2008).

Molti oli essenziali contribuiscono alla purificazione dell’aria in quanto le loro componenti chimiche si combinano con gli ioni negativi presenti nell’aria, in modo sinergico agendo come disinfettante (Tyagi et al., 2010) oltre che rimuovere i cattivi odori.

Gli oli essenziali aiutano a mantenere una sana circolazione, favoriscono la funzionalità respiratoria, permettono una sana digestione, riducono i disturbi di stomaco, migliorano il metabolismo, facilitano la funzionalità dell’apparato muscolo-articolare, conferiscono vitalità ed energia, migliorano l’aspetto della pelle e molto altro.

Ambiti di Intervento

L’approccio aromaterapeutico non può guarire alcun tipo di patologia, e gli oli essenziali non devono sostituirsi ai farmaci, ma essi possono affiancarsi e coadiuvare la medicina accademica e quella non convenzionale, come trattamento di supporto (naturalmente su consiglio del proprio medico). Si rivelano utili nell’alleviare e ridurre i più diffusi disagi e malesseri fisici ed emozionali di natura non patologica.

Sono sempre di più le persone che ricorrono all’approccio aromatico per alleviare:

  • Mal di schiena e contratture muscolari;

  • Disturbi legati alla circolazione;

  • Sovraccarico muscolare, sindrome cervicale e lombare

  • Tensione muscolare e rigidità articolare

  • Disturbi digestivi, gastrite, colite, stipsi ed emorroidi

  • Disturbi del ciclo mestruale e legati alla menopausa

  • Sovraccarico linfatico e ritenzione idrica

  • Sindromi da raffreddamento e sinusiti

  • Cefalee ed emicranie

  • Ansia e attacchi di panico

  • Disturbi del sonno

  • Tensione nervosa, stress ed insonnia

  • Riequilibrio psico – fisico – emotivo

  • Disturbi ghiandolari

  • Disturbi alimentari

Oli essenziali: emozioni e sistema olfattivo

Gli oli essenziali sono capaci anche di rimodulare la risposta emotiva, mentale e spirituale, condizionando le scelte e i comportamenti della persona. Essi agiscono come propulsore di una migliore risposta adattativa della persona di fronte al cambiamento che può aver spezzato l’equilibrio dinamico della salute. Permettono il rilassamento, calmano le tensioni, aumentano i sentimenti positivi e riducono lo stress.

Come avviene questa reazione cognitivo-comportamentale, a seguito di una rimodulazione emotiva?

Grazie al collegamento diretto tra il bulbo olfattivo che riceve il segnale molecolare e il sistema limbico (sede dell’elaborazione delle memorie emozionali, dei ricordi e degli odori), capace di agire sul cervello bypassando la barriera ematoencefalica (meccanismo che funge da filtro tra il sangue in circolo e il cervello impedendo che alcune sostanze dannose raggiungano il tessuto cerebrale e il liquido cerebrospinale). Questo spiega perché gli odori evocano dejà-vu e ricordi carichi di pathos emotivo.

Inoltre, nel sistema limbico risiede anche l’amigdala, una ghiandola che riveste un ruolo cruciale nell’immagazzinare e liberare i traumi emotivi. Uno dei modi per stimolare questa ghiandola consiste nell’attivazione della via olfattiva. Gli oli essenziali diventano uno strumento straordinario per riuscire a sbloccare e lasciar andare traumi psico-emotivi.

L’importanza delle Emozioni: Medicina Cinese e PNEI

Le emozioni e gli stati mentali influenzano la salute e il benessere fisico, per questo un percorso di guarigione lungimirante deve comprendere anche pratiche di gestione emotiva (tipicamente appartenenti al mondo olistico). La visione olistica della salute è un concetto che Medicina Cinese insegna da 5000 anni. Medicina Cinese è conosciuta dalla maggior parte delle persone grazie all’agopuntura, disciplina non convenzionale che sfrutta il concetto dei sistema dei meridiani e la cui pratica in Italia può essere svolta solo da medici in quanto richiede l’uso di aghi. In realtà Medicina Cinese è un sistema complesso di pratiche e discipline che si prendono cura di corpo, mente, spazio ed emozioni, insegnando uno stile di vita mirato alla prevenzione e non alla cura.

Per Medicina Cinese non è possibile scindere Psiche e Soma per questo, con la Teoria dello Yin-Yang e la Teoria dei 5 Elementi, si spiega perché ogni apparato biologico ha sia funzioni fisiologiche che psichiche ed emozionali, collegando in questo modo i disturbi fisici a disarmonie dell’anima.

Negli ultimi 40 anni anche le Neuroscienze hanno fatto passi avanti nella comprensione e dimostrazione scientifica del legame tra stati mentali-emozioni e la risposta fisica ed è da attribuire alla scoperta della PNEI, la Psico-Neuro-Endocrino-Immunologia, ad opera della scienziata (oggi scomparsa) Candace Pert, che ha dimostrato il profondo collegamento bidirezionale tra stimoli psichici ed emotivi e la reazione bio-chimica del corpo a livello di sistema nervoso, endocrino e immunitario.

Tutti noi siamo soggetti a stimoli mentali ed emotivi ogni volta che ci muoviamo in uno spazio o che siamo in relazione con altre persone o che siamo coinvolti in situazioni e circostanze di vita quotidiana. Quando riusciamo a gestire la parte psico-emotiva, essa attraversa il corpo senza lasciare segni, quando questo non accade le emozioni si bloccano e si depositano nel corpo manifestando i sintomi di un disturbo più o meno grave.

L’Aromaterapia è un ri-modulatore degli stati emotivi, puoi dunque facilmente intuire come sia importante integrarla sia nelle pratiche di Medicina Cinese che nei percorsi di PNEI.

Aromaterapia e Meridiani Energetici

L’Aromaterapia, nel suo utilizzo topico, trova grande efficacia quando è integrata nei trattamenti, dall’agopuntura alle Riflessologie, che si eseguono tenendo conto del Sistema dei Meridiani Energetici di Medicina Cinese. In questo contesto è possibile combinare con una sinergia straordinaria le proprietà molecolari ed energetiche (yin-yang) degli oli essenziali, con le funzioni e le proprietà dei punti che si trovano lungo i meridiani. Stimolando il punto, con l’applicazione dell’olio essenziale si riequilibrano eccessi e carenze causa della sintomatologia, dando soluzioni ai più diffusi disagi fisici e psico-emotivi.

Conclusioni

L’Aromaterapia è un mondo affascinante di sentori, alchimie, molecole ed emozioni capace di ristabilire la connessione tra psiche e corpo, di comprendere chiaramente la causa profonda del malessere e di guidare la volontà della persona verso nuove scelte consapevoli. L’Aromaterapia aiuta trovare la miglior risposta adattativa richiesta da un cambiamento in atto nella vita della persona. E’ la resistenza al cambiamento che crea dolore.

CONDIVIDI
Dott.ssa Silvia Ruffilli
Mi chiamo Silvia Ruffilli, classe 1976, vivo e lavoro in Romagna e circa vent’anni fa ho fatto l’ingresso nel mondo del lavoro con una Laurea in Economia e un posto sicuro d’ufficio. Ma non ero felice. Ho deciso di rallentare, ascoltarmi e agire seguendo il mio cuore. Dopo una formazione specifica e scelte di vita coraggiose mi sono Diplomata in Consulente Feng Shui e Architettura del Benessere che svolgo come Operatrice Olistica Professional iscritta SiafItalia nr. ER1850P-OP e sono Consulente di Organizzazione svolto come Professional Organizer Senior iscritta APOI n. 79, entrambe Professioni disciplinate dalla L.4/13.

CONTATTA L'AUTORE DELL'ARTICOLO:

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome