La Flessibilità in età evoluta

Per ogni grado di libertà, l'articolazione può compiere soltanto determinati movimenti, che sono influenzati dal grado di flessibilità muscolare.

tagmedicina,flessibilità

La flessibilità o mobilità articolare è la capacità di compiere movimenti più o meno ampi, nel rispetto del grado di libertà delle diverse articolazioni del corpo umano.

Per ogni grado di libertà, l’articolazione può compiere soltanto determinati movimenti, che sono influenzati dal grado di flessibilità muscolare. Tale Mobilità può essere ATTIVA o PASSIVA in base all’utilizzo o meno di attrezzature esterne; FISICA e MENTALE.

La mobilità passiva è tra le capacità più precoci da allenare; il suo periodo di formazione inizia già nei primi anni di vita, interessa tutta l’età prepubere e continua fino alla prima fase dell’età pubere. La buona allenabilità della mobilità passiva in età infantile è dovuta a fattori anatomo-funzionali. Infatti per tutto il periodo dell’infanzia la massa muscolare non è ancora sviluppata, tendini e legamenti nei bambini sono abbastanza elastici ed estensibili mentre il sistema scheletrico presenta ancora un’elevata componente cartilaginea.

Riguardo alla mobilità attiva, il periodo formativo più favorevole è tra gli 8 e 12-13 anni per i maschi e tra 8 e 11-12 anni per le femmine. La formazione di questa capacità presuppone in una certa misura lo sviluppo della forza muscolare e un’adeguata coordinazione muscolare. Questo spiega perché l’età più favorevole allo sviluppo della mobilità attiva sia con l’inizio della fase puberale, cioè quando le capacità di forza muscolare raggiungono un livello sufficiente.

Possono inoltre esserci notevoli differenze fra diversi soggetti e sesso per quanto riguarda la mobilità articolare e in uno stesso soggetto c’è differenza di mobilità tra le diverse articolazioni. Tali differenze aumentano con la pubertà e nel periodo post pubere. 

Per la presenza di maggior massa muscolare e rigidità dell’apparato legamentoso.

La flessibilità cognitiva è la capacità di passare da un compito all’altro, di adattarsi ad uno stimolo e di trovare soluzioni alternative nel minor tempo possibile.

É parte integrante delle funzioni esecutive e quindi ci consente di ideare, pianificare e raggiungere degli obiettivi.

Il dover cambiare strategie per far fronte a nuove situazioni non viene appresa in una volta solamente, ma inizia il pieno del suo sviluppo fra i 7 e i 9 anni e può essere stimolata e potenziata durante tutto l’arco di vita. 

Ci si chiede come poter stimolare la Flessibilità Cognitiva nei bambini, dimenticandoci che i bambini imparano anche e soprattutto per imitazione: l’adulto diviene dunque un modello di apprendimento per un atteggiamento flessibile o, al contrario, caratterizzato da rigidità.

Il GIOCO rappresenta sicuramente un momento fondamentale nella crescita emotiva e cognitiva dei bambini; è quindi possibile selezionare e proporre attività ludiche che favoriscano la stimolazione e lo sviluppo delle funzioni esecutive in generale, e quindi della flessibilità.

Infine, ma non meno importante, anche la Mindfulness sembrerebbe giocare un ruolo importante nello stimolare lo sviluppo delle funzioni esecutive. Mindfulness significa essere consapevoli e dunque dirigere l’attenzione al momento presente, al qui ed ora, senza farsi trascinare dalle pressioni della vita quotidiana. Questa capacità, per essere allenata, richiede intenzionalità ed esercizio, ma i benefici che se ne possono trarre sono molteplici, soprattutto in termini di flessibilità. Sono state create ed elaborate molteplici attività di Mindfulness adattate ai più piccoli che permettono di migliorare l’autoregolazione degli stati interni, che è correlata alle funzioni esecutive.

CONDIVIDI
Dott.ssa Elisabetta Sartini
Laureata presso Università degli studi di Siena come Infermiera. Conseguito diploma come Naturopata con master in Riflessologia plantare. Personal Trainer dal 2017, presso Guido Bruscia PtLab, con specializzazione in Allenamento Funzionale, Allenamento Femminile, Alimentazione ed Integrazione sportiva.

CONTATTA L'AUTORE DELL'ARTICOLO:

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome