La menopausa va solo attraversata

In un progetto di tutela della salute, si può affrontare la MENOPAUSA senza nessun aiuto farmacologico esterno.

tagmedicina,MENOPAUSA

Per molti anni la Medicina si è occupata principalmente dei problemi dell’età infantile e giovanile, considerando di minor interesse le condizioni cliniche legate all’invecchiamento. Mentre l’uomo vive la sua storia di “invecchiamento” in modo progressivo, la donna incontra come tappa obbligatoria e definita la #menopausa, ossia la scomparsa del ciclo mestruale. Con essa finisce l’età fertile, e quindi riproduttiva, e inizia un’epoca conservativa.

“La menopausa ti dà l’idea di un corpo che si ferma e si orienta in una nuova direzione. Non si ha più bisogno di piacere a tutti, non si rinuncia alle scarpe con il tacco, ai vestiti preferiti, ma li si indossa con un atteggiamento più ludico, di gratificazione personale”.

In un progetto di tutela della salute, si può affrontare la MENOPAUSA senza nessun aiuto farmacologico esterno. L’intelligenza permetterà di riflettere e trovare un senso in quello che accade. 

L’alimentazione sosterrà il corpo nel tentativo di capirne i punti deboli rinforzandoli. L’atteggiamento più “filosofico” della vita darà maggior saggezza, serenità e calma interiore.

A volte la menopausa coincide con l’epoca del raggiungimento degli obiettivi,  soprattutto professionali.

“Il pomeriggio della vita è pieno di significato come il mattino”.

Assecondare la menopausa,  comprenderla nella sua fisiologia,  può aiutare ad attraversarla.

La vita ormonale dell’uomo è caratterizzata dalla fissità,  quella della donna dal divenire.

La ricerca, in campo alimentare , di una strategia terapeutica in grado di prevenire , sostenere  e curare  i disturbi menopausali è l’obiettivo primario alla base della prevenzione.

Si parla molto di prevenzione che spesso si limita alle solite raccomandazioni:

niente fumo

poco caffè 

pochi alcolici 

alimentazione povera di grassi animali  e ricca di frutta e verdura 

attività fisica regolare ecc…ecc…

Le raccomandazioni sono alla base della prevenzione delle patologie cardiovascolari, di quelle oncologiche, disendocrine e delle patologie del sistema digerente, quindi evidentemente sono linee di buon senso, non medicina preventiva. Ne tanto meno possiamo definire tale una Medicina che si limita ad un controllo strumentale regolare,  poiché,  in questo caso, si può anticipare la registrazione di un danno ma non si è fatto nulla di attivo PER EVITARLO.

Lo studio individuale del soggetto, invece, con la sua storia e il personale equilibrio metabolico , possono orientare verso una ALIMENTAZIONE che sia al tempo stesso preventiva ma anche riparatrice.

 

CONDIVIDI
Dott.ssa Patrizia Pellegrini
Naturopata docente ed esperta di Bioterapeuta NUTRIZIONALE® Iscritta al registro F.A.C. (Federazione delle Associazioni Certificate) pos.N 96 Professionista certificato ACCREDIA Conforme alla normativa tecnica UNI, Legge 14 gennaio 2013, n. 4 Patrizia Pellegrini è esperta in Riflessologia Plantare, Iridologia e Floriterapia. La sua formazione Naturopatica è stata acquisita presso la New Port University Italian Branch di Roma. Master in bioterapia Nutrizionale ®️ Applicata. Master in Nutrigenomica e DNA degli alimenti. Docente di Antropologia presso l'Ateneo Salesiano di Roma nel corso di studi di Naturopata - Vix Sanatrix Naturae Roma. Iscritta alla F.A.C. e Past Presidente dell'Associazione Tone, "Tree of Natural Energy", con la quale organizza seminari informativi "Prevenire è meglio che Curare" su tutto il territorio nazionale. Socia della Fidapa Sez di Roma e della Casa Internazionale Delle Donne in Roma. Nata ad Ancona e vissuta a Manziana, professionalmente presente nelle principali città italiane collabora con studi medici e centri benessere. E' co-autrice di un libro sulla Costituzione Iridologica, collabora e scrive con diversi giornali nazionali, con la testata online Napoliflash24 , presenza costante in tv calabresi con rubriche naturopatiche bioterapeutiche nutrizionali. Svolge la sua professione a Milano, Roma, Manziana, Firenze, Roccella Jonica, Napoli, Ottaviano(Na), Amantea, Campora San Giovanni, Reggio Calabria.

CONTATTA L'AUTORE DELL'ARTICOLO:

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome