A cosa serve bere acqua

L'acqua è un macronutriente e favorisce l'apporto dei nutrienti in tutti i distretti corporei. Un corpo idratato è un corpo in salute.

tagmedicina,bere

Bere acqua aiuta a rigenerare le cellule, prevenire la formazione delle rughe d’espressione ed eliminare le tossine ed i radicali liberi. Previene il mal di testa, la disidratazione, è uno dei campanelli di allarme, soprattutto quando l’organismo è affaticato.

Il corpo è costituito per il 75-80% dall’acqua, e quindi bere con regolarità durante la giornata è necessario per mantenere sempre bilanciato l’equilibrio tra liquidi in uscita e in entrata, senza correre il rischio di disidratarsi, inoltre è indispensabile anche per sostenere il sistema muscolare.

Un sistema muscolare ben idratato è un sistema muscolare più efficiente, perché l’acqua:

  • aumenta l’elasticità e la tonicità dei muscoli;

  • aiuta a smaltire il cortisolo, il cosiddetto ormone dello stress che, quando in eccesso, indebolisce i muscoli;

  • mantiene le articolazioni lubrificate e agevola, così, l’azione muscolare.

Non solo, una buona idratazione previene anche i crampi muscolari, un disturbo molto frequente negli sportivi, negli anziani e non solo.

Bere acqua dunque:

  • facilita la digestione;

  • regola il volume cellulare e la temperatura corporea;

  • elimina le scorie metaboliche;

  • trasporta i nutrienti;

  • rende più elastica la pelle;

  • rafforza i muscoli.

Il quantitativo di acqua che richiede l’organismo dipende da diversi fattori:

  • Peso corporeo. Con l’aumentare del peso aumenta il fabbisogno di acqua.

  • Stile di vita. Chi pratica sport deve bere molta più acqua rispetto a chi conduce una vita sedentaria.

  • Traspirazione della pelle. Chi suda molto deve bere di più

Ricordiamo che la quantità di acqua, che si assume non è pari solo a quella che si beve ma anche a quello che si mangia, si fa rifornimento di liquidi ogni volta che si mangia una mela, un’insalata o si beve una tazza di tè.

Bere uno o due bicchieri di acqua prima dei pasti contribuisce a stimolare il senso di sazietà, diminuendo la quota di cibo ingerita equindi aiuta a dimagrire, perché l’acqua aumenta il volume gastrico e induce un immediato senso di pienezza.

Bere acqua prima di andare a letto evita crampi alle gambe e i reni a riposo  lavorano meglio, quindi si ad una tisana rilassante.

Ovviamente,  dieta equilibrata e del sano movimento aiuteranno nell’impresa.

 

CONDIVIDI
Dott.ssa Silvana Di Martino
Nata a Napoli il 6 Luglio del 1970 ed ha conseguito la Laurea in Scienze Biologiche, presso l’Università Federico II di Napoli. Dottore di ricerca in Patologia Clinica, presso Policlinico Università Federico II di Napoli, inizia il suo percorso nel 1997, presso Cirio ricerche ”Produzione di latte delattosato per soggetti intolleranti al lattosio” per il CNR di Napoli. Dal 2003 presso l’Istituto Tumori Pascale di Napoli, sotto la direzione del Prof.re Paolo Ascierto, Valutazione post terapia della immunosoppressione tumorale in pazienti affetti da neoplasia in fase avanzata” Istituto Nazionale per lo studio e la cura dei tumori “Fondazione Giovanni Pascale” In collaborazione con il CROM e CNR di Avellino, continua il suo percorso di ricerca sul melanoma e indagini epidemiologiche sulla nutrizione” Progetto sull’educazione alimentare nelle scuole medie di Sperone (AV) per il CROM di Avellino” con oltre 30 pubblicazioni a suo nome Nazionali ed Internazionali, di cui alcune a suo primo nome. Dal 2006 sceglie la professione libera nel settore della nutrizione presso il suo centro Nutrizione&Benessere, sito a Casoria in via Leonardo Da Vinci 32, dove da direttore di estetica esercita un completamento estetico a quello nutrizionale e di ricerca, inoltre collabora con vari professionisti, seguendo percorsi nutrizionali che vanno dall’infanzia all’età senile, alla medicina estetica. Dal 2011-2013 con il Mo.D.A.V.I Onlus progetto scuole –Stile di vita e giusta alimentazione nelle scuole medie superiori della campania. Si avvale inoltre dell’analisi di Stress ossidativo, che viene eseguita presso la Federico II di Napoli, per poter elaborare diete antiossidanti. Oltre ad avere il suo centro a Casoria, la dottoressa esercita la sua professione, presso vari studi medici sparsi in tutta Italia, dalla Regione Calabria, alla Toscana al Veneto Dal 2015 diventa pubblicista per varie testate giornalistiche online, fino a conseguire nel 2020, il titolo di giornalista.

CONTATTA L'AUTORE DELL'ARTICOLO:

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome