L’insalata bella e fresca non può mancare con la bella stagione

La rubrica di “perderepesosenzaperderelatesta” a cura delle dottoresse Rita Menditto e Silvana Di Martino

#tagmedicina, insalata

Fresca salutare e ipocalorica l’insalata non deve mancare nella nostra alimentazione quotidiana. Ma vediamo da vicino quante calorie contiene il tipo di insalata che scegliamo.

Indivia belga: 10 calorie su 100 grammi, essendo poco calorica, si sposa bene con formaggio, anche se contiene meno vitamine e Sali minerali rispetto alle altre insalate

Valeriana: dolce e piccante digestiva e diuretica, stimolante per fegato reni ed intestino. Consigliata per chi soffre di anemia, arteriosclerosi, e di circolazione. Calorie? 33 per 100 grammi.

Lattuga: ricca di vitamine e di antiossidanti, con soli 14 calorie per 100 grammi, è fondamentale per un pasto leggero ed antistanchezza, inoltre contiene anche magnesio e potassio, grande alleato per la regolazione del battito cardiaco.

Inoltre, è particolare osservare come, molto spesso, i ricordi della nostra infanzia siano legati anche al colore ed al profumo di un determinato piatto, soprattutto nel periodo estivo. Il colore del cibo ha infatti un forte impatto sulla nostra psiche, sul nostro stato d’animo e anche sulla nostra salute, poiché ogni colore corrisponde a un’emozione e porta con sé proprietà benefiche.La cromoterapia, ossia il sistema terapeutico che fonda i suoi benefici usando differenti colori sul corpo e sulla mente umana, ha radici antichissime: già presso gli antichi Egizi, i Romani e i Greci l’uomo ha sempre dato grossa importanza agli effetti del colore sulla salute. Nell’antica tradizione medica cinese inoltre, con i colori si classificano anche i sapori: il rosso per l’amaro, il giallo per il dolce, il bianco per il piccante, il nero per il salato, il verde per l’acido.

Andiamo quindi a vedere, scoprendo le varie caratteristiche e i benefici di determinati cibi colorati, come la cromoterapia alimentare possa aiutarci mantenere il nostro benessere!

ROSSO

I cibi rossi sono molto ricchi di vitamina C che favorisce la produzione di collagene, stimola le difese immunitarie e rafforza i vasi sanguigni. Gli alimenti rossi sono stimolanti, anche per l’appetito… da non mangiare quindi se si è a dieta.

VERDE

In generale tutta la verdura a foglia verde inoltre contiene clorofilla, luteina, carotenoidi, magnesio, vitamina B9 e vitamina C, preziosi alleati per sistema nervoso. E’ stato inoltre dimostrato che se si mangia velocemente il cibo di colore verde darà stabilità e calmerà la nostra voracità.

VIOLA

I cibi di questo colore sono particolarmente ricchi di magnesio e di altri elementi fondamentali per le funzioni cerebrali.Un recente studio rileva come gli alimenti di colore viola avrebbero come effetto quello di ridurre la fame perché percepiti come meno appetitosi. Ottimi per chi è a dieta!

GIALLO

È stato appurato che i cibi gialli possono aumentare la concentrazione: eccoli quindi utilissimi alleati da introdurre nella propria dieta durante periodi di studio o di particolare impegno mentale al lavoro!

ARANCIONE

Mangiare cibi di colore arancione aiuta a raggiungere l’ascolto di sé stessi, a comprendere le nostre necessità e le emozioni.

Concludendo la percezione visiva del colore e la sua incorporazione a livello fisico corporeo, tramite il cibo, crea una sorta di transfert verso il nostro interno connettendo le qualità e le valenze simboliche ed emozionali ad un determinato colore.

Ed allora giocate con i colori e con i contrasti cromatici e buona insalata a tutti !!!

#tagmedicina, Dott.ssa Rita Menditto
Dott.ssa Rita Menditto
CONDIVIDI
Dott.ssa Silvana Di Martino
Nata a Napoli il 6 Luglio del 1970 ed ha conseguito la Laurea in Scienze Biologiche, presso l’Università Federico II di Napoli. Dottore di ricerca in Patologia Clinica, presso Policlinico Università Federico II di Napoli, inizia il suo percorso nel 1997, presso Cirio ricerche ”Produzione di latte delattosato per soggetti intolleranti al lattosio” per il CNR di Napoli. Dal 2003 presso l’Istituto Tumori Pascale di Napoli, sotto la direzione del Prof.re Paolo Ascierto, Valutazione post terapia della immunosoppressione tumorale in pazienti affetti da neoplasia in fase avanzata” Istituto Nazionale per lo studio e la cura dei tumori “Fondazione Giovanni Pascale” In collaborazione con il CROM e CNR di Avellino, continua il suo percorso di ricerca sul melanoma e indagini epidemiologiche sulla nutrizione” Progetto sull’educazione alimentare nelle scuole medie di Sperone (AV) per il CROM di Avellino” con oltre 30 pubblicazioni a suo nome Nazionali ed Internazionali, di cui alcune a suo primo nome. Dal 2006 sceglie la professione libera nel settore della nutrizione presso il suo centro Nutrizione&Benessere, sito a Casoria in via Leonardo Da Vinci 32, dove da direttore di estetica esercita un completamento estetico a quello nutrizionale e di ricerca, inoltre collabora con vari professionisti, seguendo percorsi nutrizionali che vanno dall’infanzia all’età senile, alla medicina estetica. Dal 2011-2013 con il Mo.D.A.V.I Onlus progetto scuole –Stile di vita e giusta alimentazione nelle scuole medie superiori della campania. Si avvale inoltre dell’analisi di Stress ossidativo, che viene eseguita presso la Federico II di Napoli, per poter elaborare diete antiossidanti. Oltre ad avere il suo centro a Casoria, la dottoressa esercita la sua professione, presso vari studi medici sparsi in tutta Italia, dalla Regione Calabria, alla Toscana al Veneto Dal 2015 diventa pubblicista per varie testate giornalistiche online, fino a conseguire nel 2020, il titolo di giornalista.

CONTATTA L'AUTORE DELL'ARTICOLO:

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome