Prevenzione cancro: movimento, niente alcol e meno carni rosse e lavorate. Aggiornate le linee guida

tagmedicina,cancro

L’American Cancer Society (Acs), nell’aggiornamento delle proprie linee guida sulla prevenzione del cancro, pubblicate su Ca: A Cancer Journal for Clinician, spiega che sarebbe meglio eliminare del tutto gli alcolici. «Nelle precedenti indicazioni si leggeva che coloro che consumavano bevande alcoliche non dovessero assumere più di una bevanda al giorno per le donne o due al giorno per gli uomini. Questa indicazione è ancora in vigore, ma basandoci sulle prove più recenti, abbiamo aggiunto questa nota in cui si chiarisce che sarebbe meglio evitare di berle» spiega Cheryl Rock, della University of California San Diego, autrice principale del documento.

Le linee guida, riviste per la prima volta dal 2012, pongono inoltre l’accento sulla riduzione del consumo di carni rosse e lavorate e degli alimenti altamente processati, nonché sull’aumento dell’attività fisica. Le raccomandazioni incoraggiano gli adulti a impegnarsi ogni settimana in attività fisica di intensità moderata per 150-300 minuti, o in attività fisica di intensità vigorosa per 75-150 minuti, o in una combinazione equivalente. Sarebbe ottimale raggiungere o oltrepassare il limite superiore di 300 minuti. L’Acs ha sottolineato l’importanza della riduzione del consumo di carni rosse e trasformate. Secondo il documento, una dieta sana dovrebbe includere una varietà di verdure verde scuro, rosse e arancioni, legumi ricchi di fibre, frutti di vari colori e cereali integrali. Sarebbero invece da evitare bevande dolcificate con zucchero, alimenti altamente lavorati e prodotti a base di cereali raffinati. Queste raccomandazioni dietetiche riflettono il passaggio da un approccio riduzionista o incentrato sui nutrienti a uno più olistico e basato su schemi dietetici. Infatti, invece di concentrarsi sui singoli nutrienti e composti bioattivi, le nuove indicazioni sono più coerenti con la realtà: si guarda a come le persone realmente mangiano.
L’Acs chiede il coinvolgimento della comunità per aiutare a realizzare questi obiettivi. «Le organizzazioni pubbliche, private e comunitarie dovrebbero collaborare a livello nazionale, statale e locale per sviluppare, sostenere e attuare cambiamenti politici e ambientali che aumentino l’accesso ad alimenti nutrienti, offrano opportunità sicure, divertenti e accessibili per l’attività fisica, e limitino il consumo di alcol per tutti gli individui» conclude il documento.

Ca: A Cancer Journal for Clinician 2020. Doi: 10.3322/caac.21591
https://doi.org/10.3322/caac.21591

 

CONDIVIDI

CONTATTA L'AUTORE DELL'ARTICOLO:

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome