Carne: i pro e i contro. Consigli utili su questo importante alimento

Vediamo un po' più da vicino quali sono i pro e contro di questo importantissimo alimento, che sulle nostre tavole non deve mancare.

tagmedicina,carne

La carne: perché è importante mangiarla. Perché mangiare carne aiuta nell’assorbimento del ferro , perché rappresenta un’ottima fonte di vitamina B12 , inoltre le proteine della carne sono una fonte ad alto valore biologico, utili per soddisfare i vari processi metabolici ed ancora importante il contenuto di minerali oltre al ferro di cui detto prima ,perché contiene potassio ,sodio fosforo, zinco e selenio. Ma vediamo un po’ più da vicino quali sono i pro e contro di questo importantissimo alimento, che sulle nostre tavole non deve mancare.

La suddivisione del colore della carne avviene in base alla colorazione che assume dopo la macellazione ed indica la massa muscolare, compresa dei tessuti connessi come l’adiposo e il connettivo, degli animali da macello. Il colore della carne, dovuto alla presenza di mioglobina (nel muscolo) e di emoglobina (globuli rossi), varia dal rosa pallido al rosso intenso.

La classificazione viene fatta proprio in base al colore della carne in

Carni bianche: per gli animali da macello (vitello, agnello, capretto e maiale) e alcuni da cortile (pollo, tacchino e coniglio). Si consiglia nelle diete ipocaloriche perché le fibre muscolari sono fini e privi di grasso , e particolarmente digeribile, questo tipo di carne non richiede tempi di maturazione e può essere consumata dopo la macellazione.

Carne rossa: caratteristica degli animali adulti come manzo, cavallo, montone, ed alcuni animali da cortile piccione , faraona o anatra), più dura della bianca, richiede un periodo di maturazione detto frollatura, per renderla più tenera e digeribile

Carne nera: quella della selvaggina, in genere poco grassa, presenta tessuti compatti che richiedono una frollatura prolungata.

I rischi maggiori nell’assumere carne sono dovuti per lo più dall’alimentazione dell’animale, che avendo costi elevati, induce alcuni allevatori senza scrupoli a risparmiare rinunciando alla qualità, inoltre l’utilizzo di antibiotici spesso sregolato, la presenza di cromo, un metallo pesante , utilizzato illegalmente come integratore alimentare, le diossine , farine animali ,ogm, ormoni, tranquillanti, demonizzano sempre più questo alimento così importante.

Ed allora per ovviare a tutto ciò utilizziamo carne di agricoltura biologica che garantisce la qualità della scelta di razze, allevamento estensivo, alimentazione, cure veterinarie, pratiche mutilanti. Avere la sicurezza di mangiare un animale sano significa mangiare tutte le proprietà importanti che ci assicura la carne senza rischi. Quindi carne sì ma con i dovuti controlli.

 

CONDIVIDI
Dott.ssa Di Martino Silvana
Silvana Di Martino e ‘ nata a Napoli il 6 luglio del 1970 ed ha conseguito la laurea in Scienze Biologiche presso l’Università Federico II di Napoli. Dottore di ricerca in patologia clinica, inizia il suo percorso nel 1997 presso Cirio ricerche “produzione di latte delattosato per soggetti intolleranti al lattosio “ per il C.N.R di Napoli. Dal 2003 presso l’Istituto Tumori Pascale di Napoli ed in collaborazione con Crom e CNR di Avellino fa ricerca per il melanoma e per indagini epidemiologiche sulla nutrizione . Dal 2006 esercita la professione di libero professionista nel settore della nutrizione presso il centro Nutrizione&Benessere sito in Casoria alla Via Leonardo Da Vinci 32 , dove da direttore di estetica esercita un programma di completamento estetico a quello nutrizionale e di ricerca. Collabora attivamente per l’esame dello Stress Ossidativo con la Federico II di Napoli “Monte Sant’Angelo”, anche nello svolgere convegni e seminari tecnici .

CONTATTA L'AUTORE DELL'ARTICOLO:

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome