Medicina Anti-Aging

Ognuno di noi può ottenere risultati straordinari se applic i mezzi che la scienza gli offre per modulare l'invecchiamento

#tagmedicina,Anti-Aging

La Medicina Anti-Aging non deve essere confusa con la medicina estetica finalizzata a migliorare l’aspetto superficiale della cute e degli annessi, ma pur tenendoli in considerazione, è soprattutto rivolta alla prevenzione delle malattie croniche degenerative che aumentano di frequenza con il passare degli anni per cercare di invecchiare in salute.

Ognuno di noi può ottenere risultati straordinari se applica i mezzi che la scienza gli offre per modulare l’invecchiamento. Le cause di un più o meno rapido invecchiamento sono da attribuirsi per circa il 35% a fattori genetici e per ben il 65% a fattori ambientali e stili di vita, il nostro destino biologico dipende quindi in gran parte da quello che facciamo, come ci comportiamo, ciò che mangiamo, possiamo quindi essere considerati noi i registi della qualità della vita e perché no della nostra longevità.

C’è tuttavia una prospettiva che, nonostante sia sulla bocca di tutti da anni, non è ancora stata presa con la dovuta serietà: quella della prevenzione, attuandola in maniera corretta può rinvigorire e perché no ringiovanire qualsiasi funzione del nostro corpo ( cerebrale, cardiaca, polmonare, sessuale,muscolare digestiva ecc..) migliorando di conseguenza la nostra salute. Non importa quanto siete in sovrappeso, quanto siete depressi o demotivati, quanti anni vi sentite, è importante che capite invece che c’è sempre una via d’uscita, c’è sempre la possibilità di migliorare la propria vita.

A quale eta’ dobbiamo cominciare a pensare a questi programmi Anti- Aging, in realtà si rivolgono al soggetto adulto dai 35 anni in avanti: non ci si fermerà ad aspettare il gioco occasionale degli eventi col conseguente decadimento dell’organismo, non si aspetterà più l’evidenza dei disturbi e delle malattie conclamate ma si effettueranno percorsi personalizzati. Le regole di una sana prevenzione sono piuttosto semplici : una vita attiva, una pratica sportiva senza eccessi, una alimentazione equilibrata, tecniche di rilassamento per la gestione dello stress, regolari periodi di disintossicazione, modulazione delle difese immunitarie e qualche integratore ben selezionato.

 

CONDIVIDI
Dott. Roberto Barbagli
Laureato in Medicina e Chirurgia presso Università degli Studi di Firenze ne 1982. Nel 2002 ha frequentato Corso Biennale in Fitoterapia Clinica USL Empoli attualmente inscritto nel Registro Medicine Non Convenzionali Ordine dei Medici Rimini. Nel 2008 ha conseguito un Master Internazionale in Dietetica e Nutrizione presso Università Politecnica delle Marche. Membro SINUT esperto in Integratori Alimentari. Attualmente lavora come MMG distretto di Novafeltria (RN), svolge libera professione in Dietetica e Nutrizione Fitoterapia Clinica Medicina Antiaging.

CONTATTA L'AUTORE DELL'ARTICOLO:

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome