Ginocchio varo o valgo: percorso terapeutico personalizzato

#tagmedicina, valgo

Il valgismo e il varismo del ginocchio sono alterazioni muscolo-scheletriche dell’arto inferiore,

  • si verificano principalmente in età evolutiva.

  • trattasi di deformità del ginocchio, causate da anomalie di crescita ossea o da fattori genetici/ormonali che impediscono una corretta produzione cartilaginea.

  • tali deformità possono avere ,inoltre ,una origine post-traumatica in età adulta.

#tagmedicina

Nel valgismo (foto 1 e 2 ) l’asse della gamba tende a deviare verso l’esterno, portando le ginocchia ad avvicinarsi l’una all’altra: nel bambino in piedi si osservano dunque le gambe a” X”.

#tagmedicina
Foto 3

Nel varismo ( foto 3) l’asse della gamba devia verso l’interno, e le ginocchia si distanziano: si osservano dunque le gambe “a O”.

I genitori ,una volta osservata la presenza della deformità , la segnalano al pediatra, il quale indirizzerà il piccolo paziente verso una consulenza di uno specialista ortopedico o fisiatra.

Lo specialista effettuerà misurazioni cliniche, valuterà l’andatura del paziente e l’assetto posturale, prescrivendo inoltre radiografie sotto carico in due proiezioni. Nel ginocchio valgo si osserverà un angolo tra femore e tibia con apice rivolto verso la linea mediana del corpo. Nel ginocchio varo, invece, l’apice dell’angolo è rivolto verso l’esterno.

In questo modo, grazie alla collaborazione tra genitori e medici specialisti, il ginocchio varo e valgo possono essere individuati precocemente e sottoposti a follow-up clinico specialistico, al fine di evitare pattern di deambulazione scorretti. Le alterazioni biomeccaniche che scaturiscono da queste deformità determinano infatti squilibri posturali sempre più complessi a livello del bacino, degli arti inferiori e della colonna vertebrale, pur di garantire la stabilità del corpo.

Conseguenze

Conseguenza biomeccanica di questi assetti è il sovraccarico funzionale delle articolazioni (TT,ANCA,Tratto LS ) ma soprattutto del ginocchio che esita in dolore locale. Quando valgismo e varismo sono pronunciati possono condurre a meniscopatie degenerative, lesioni legamentose del ginocchio o a patologie della rotula.

STATO DELL’ARTE

Una volta giunti alla diagnosi si imposta il percorso terapeutico personalizzato.

In età infantile in genere si preferisce l’approccio conservativo ortesico.

Negli adolescenti in fase di crescita, invece, le evidenze scientifiche indirizzano verso l’approccio chirurgico ortopedico: l’intervento di epifisiodesi temporanea (fig. 4) , finalizzato a bloccare la cartilagine di accrescimento femorale e tibiale (interna o esterna a seconda di valgismo o varismo), consentirà il riallineamento dell’asse di carico.

Tuttavia la procedura comporta recidive, come dimostrato da un recente articolo pubblicato su The Bone & Joint Journal (S. Kang et al,2017).

#tagmedicina
Fig. 4

 In età adulta si opta, invece, per l’intervento chirurgico di osteotomia tibiale o femorale. Bisogna tuttavia valutare i tempi di guarigione della frattura creata chirurgicamente (3-4 settimane) e quelli della riabilitazione, che possono arrivare a 2-3 mesi prima di consentire la pratica di uno sport ad alto impatto. Considerando che l’intervento viene eseguito prima ad un arto e poi all’altro, è implicito il raddoppio delle procedure chirurgiche- anestesiologiche e dei tempi di recupero. Elementi che non sempre i genitori o i pazienti stessi considerano a monte dell’intervento. Nel caso in cui la deformità delle ginocchia non venisse corretta, il sovraccarico funzionale cronico di uno dei comparti del ginocchio nell’adulto comporterebbe danni articolari irreversibili e impianto precoce di una protesi di ginocchio.

Ad oggi, in letteratura, non esistono evidenze scientifiche sul trattamento conservativo in età infantile o adolescenziale.

NUOVO PERCORSO :  NOSTRE ESPERIENZE CLINICHE

I nostri studi clinici si sono basati solo su trattamento conservativo. Sono stati effettuati dei cicli di sedute di particolari esercizi terapeutici avente come peculiarità l’essere eseguiti in modo globale e senza possibilità di compensi da parte del corpo (L-System).

Abbiamo pensato che un  percorso terapeutico di questo tipo, se applicato precocemente, potrebbe sfruttare le potenzialità di accrescimento osseo e del sistema fascia-muscolo-tendineo degli arti inferiori, al fine di “guidare” il processo di crescita verso il riallineamento articolare del ginocchio. I risultati clinici conseguiti sono talmente incoraggianti da farci proseguire su questa strada

ALCUNI DE NOSTRI RISULTATI

 #tagmedicina

 

 

 

 

 

 

Come si evince dai follow up condotti a 10/15 anni non vi è stata alcuna recidiva.

 

CONDIVIDI
Dott. Cosimo L. Lauro
Medico Chirurgo Specialista in Medicina dello Sport Nato il 1/5/54 1979 Università degli Studi di Napoli, laurea in Medicina e Chirurgia. 1982 Università degli Studi di Napoli Specializzazione in Medicina dello Sport 1986 – 1993 Direttore del Centro Provinciale di Medicina dello Sport del Coni- F.M.S.I. – Benevento 1991 ad oggi Medico specialista in Medicina Dello Sport – ASL BN1 Dal 1995 ad oggi Nel 1995 fonda un centro di terapia dove sperimenta nuove tecniche e nuovi metodi correttivi. Dal 2008 al 2012 dal 2012 ad oggi Amministratore e Direttore Medico-Scientifico fino al 2012 , Sperimentatore clinico. Dal 2012 ad oggi riveste la carica di Amministratore della LAURO GROUP SRL Settore Sanitario – Progettazione e sperimentazione di sistemi hi-tech per la cura delle patologie relative alla colonna vertebrale e all’apparato locomotore. Socio Fondatore Brevetti di ricerca e brevetti da invenzioni Ricerca riguardante patologie dell’apparato locomotore in età pediatrica,adulta e terza età con realizzazione di brevetti. • Lettino automatizzato per la cura del varismo e del valgismo del ginocchio (Brevetto n. 280140 del 6 luglio 2015) • Sistema elettromedicale automatizzato con relativo metodo di gestione (Brevetto domanda n. 102016000081694 del 3 agosto 2016). • Brevetto internazionale : Automated electro-medical system and related management method. Approvato nel 2019

CONTATTA L'AUTORE DELL'ARTICOLO:

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome