Dall’Emilia Romagna un esempio per tutto il mondo,In 2 mesi pronto un hub di terapia intensiva con 146 posti per tutta Italia

Un hub nazionale per mettere a disposizione di tutta l'Italia 146 posti di terapia intensiva per affrontare l'emergenza Coronavirus

tagmedicina,hub

Un hub nazionale per mettere a disposizione di tutta l’Italia 146 posti di terapia intensiva per affrontare l’emergenza Coronavirus. Lo ha annunciato nei giorni scorsi la Regione Emilia-Romagna attraverso una conferenza stampa on line.

Presentato insieme al ministro della salute Roberto Speranza, sarà realizzato in due mesi e sviluppato su cinque poli, con un investimento da 26 milioni di euro. La protezione civile metterà a disposizione l’attrezzatura, mentre l’intero progetto è realizzato con la collaborazione e la consulenza del Politecnico di Milano per la progettazione e di Emergency per la gestione. Tutte le strutture diventeranno definitive e resteranno anche una volta passata l’emergenza.
“Da un lato – ha spiegato l’assessore alla Salute della Regione Raffaele Donini durante la diretta on line – ci sarà l’estensione e la rimodulazione di reparti, dall’altro interventi in strutture adeguate sia in termini di qualità del paziente sia per il personale che si realizzeranno in prossimità degli ospedali”.
I 146 posti saranno divisi fra l’ospedale Maggiore di Parma, due tensostrutture  realizzate all’ospedale di Baggiovara e al Policlinico di Modena, da un reparto al Maggiore di Bologna, dall’estensione del Covid hospital del Sant’Orsola e dalla rimodulazione del quarto piano dell’ospedale Infermi di Rimini.

 

CONDIVIDI

CONTATTA L'AUTORE DELL'ARTICOLO:

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome