Mangiare patate si può… basta cucinarle nel modo giusto

Le patate possono avere un valore energetico molto diverso, a seconda del modo in cui sono cucinate.

tagmedicina,patate

Le patate possono avere un valore energetico molto diverso, a seconda del modo in cui sono cucinate. La versione più light è sicuramente quella lessa: una porzione di patate bollite (circa 150 gr di patate crude) condite solo con un filo d’olio apporta 180 kcal, contro le 295 kcal della stessa porzione di patate fritte. Nel mezzo, le altre preparazioni, come il purè, che piace tanto ai nostri bambini (225 kcal a porzione) e le patate arrosto (230 kcal a porzione). Inoltre per abbassare l’indice glicemico mangiamole fredde . Allora cosa aspettate Buon Appetito!

CONDIVIDI
Dott.ssa Di Martino Silvana
Silvana Di Martino e ‘ nata a Napoli il 6 luglio del 1970 ed ha conseguito la laurea in Scienze Biologiche presso l’Università Federico II di Napoli. Dottore di ricerca in patologia clinica, inizia il suo percorso nel 1997 presso Cirio ricerche “produzione di latte delattosato per soggetti intolleranti al lattosio “ per il C.N.R di Napoli. Dal 2003 presso l’Istituto Tumori Pascale di Napoli ed in collaborazione con Crom e CNR di Avellino fa ricerca per il melanoma e per indagini epidemiologiche sulla nutrizione . Dal 2006 esercita la professione di libero professionista nel settore della nutrizione presso il centro Nutrizione&Benessere sito in Casoria alla Via Leonardo Da Vinci 32 , dove da direttore di estetica esercita un programma di completamento estetico a quello nutrizionale e di ricerca. Collabora attivamente per l’esame dello Stress Ossidativo con la Federico II di Napoli “Monte Sant’Angelo”, anche nello svolgere convegni e seminari tecnici .

CONTATTA L'AUTORE DELL'ARTICOLO:

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome