Antiipertensivi: indifferente assumerli di mattino o di sera. Ecco cosa cambia secondo i medici

tagmedicina,Antiipertensivi

Gli antiipertensivi si possono assumere in qualunque momento della giornata senza che questo cambi l’andamento clinico dei pazienti. Questi gli straordinari risultati dello studio TIME durato 5 anni e appena concluso.

Il trial clinico, che contraddice diversi studi precedenti che suggerivano un possibile miglioramento con il dosaggio serale, è stato presentato il 26 agosto al Congresso 2022 della Società Europea di Cardiologia (ESC) tenutosi a Barcellona.
Lo studio non ha mostrato alcuna differenza statisticamente significativa tra le persone che assumevano i farmaci antidepressivi la mattina o la sera per tutti gli endpoint analizzati.
Lo studio ha anche dimostrato che la somministrazione serale non era dannosa in termini di cadute o altri effetti avversi. L’assunzione del farmaco di notte potrebbe comportare un aumento dell’ipotensione notturna che potrebbe tradursi in più vertigini e cadute se i pazienti si alzano per usare il bagno durante la notte. Tuttavia, sottolinea Tom MacDonald, professore di farmacologia clinica e farmacoepidemiologia presso l’Università di Dundee, c’erano più vertigini durante il giorno e il tasso di fratture e ricoveri erano identici nei due gruppi.

Lo studio TIME ha randomizzato 21.104 pazienti con ipertensione trattata per assumere i loro farmaci antipertensivi al mattino o alla sera. La durata mediana del follow-up è stata di 5,2 anni, ma alcuni pazienti sono stati seguiti per oltre 9 anni.
I risultati mostrano che quando si assumono farmaci antipertensivi al mattino, la pressione sanguigna è più alta al mattino e più bassa la sera mentre con il dosaggio serale avviene l’esatto contrario. La differenza rilevata, notano gli autori, è minima, solo da 1 a 2 mmHg, e questo non si è tradotto in alcuna differenza nello stato clinico dei pazienti.

“Il messaggio da portare a casa è che i pazienti possono assumere le compresse per la pressione sanguigna in qualsiasi momento, quando è più conveniente, purché le prendano. Probabilmente è meglio prendere una routine di assunzione delle compresse alla stessa ora ogni giorno. In questo modo è più probabile che ti ricordi di prenderli, ma non importa se è al mattino o alla sera”, ha concluso MacDonald.
Tuttavia, l’autore principale della revisione ISH, George Stergiou ha commentato in maniera critica questo consiglio: “Non sono molto favorevole all’indicazione che i pazienti facciano ciò che vogliono. La stragrande maggioranza degli studi indica migliori risultati se noi medici guidiamo il paziente sull’assunzione dei farmaci al mattino”.

Fonte Doctor33

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui