Estate cibi sani ed afrodisiaci

tagmedicina,afrodisiaci

Esistono davvero cibi che aumentano la nostra libido?

Si esistono e soprattutto nella stagione estiva!!!!

Le quantità di cibo sono variabili, e variano in base al metabolismo basale, quindi se si vuole percepire il cambiamento l’ideale è consumarle quotidianamente in modo equilibrato senza doverli per forza consumare in un unico pasto.

Ed allora Innamorati dei seguenti cibi ed inizia la giornata con ginseng e noce moscata come specie principale nei pasti e nei dessert

Inoltre…..

Alimenti afrodisiaci

  • Aglio. 

  • L’aglio è composto da allicina, una sostanza che aumenta il flusso sanguigno e ne facilita la circolazione.

  • Pomodori

Con una buona quantità di licopene, potente antiossidante in grado di alzare il livello di testosterone

  • Cioccolato.

  • Il cacao contiene fenilalanina e teobromina, queste sostanze combattono efficacemente la stanchezza e aiutano una migliore ventilazione polmonare e circolazione sanguigna.

  • Asparago.

  • Questo ortaggio ci offre una grande quantità di fibre, potassio, vitamina B6, vitamine A e C, tiamina e acido folico. Favoriscono la produzione di istamina.

  • Ceci. 

  • Forniscono zinco, una sostanza molto apprezzata in cultura araba poiché è un rinvigorente e rafforzante della libido. Oggi continua ad essere un pilastro fondamentale della sua cultura gastronomica. 

  • Fichi 

  • Beta-carotene che influisce sulla produzione di ormoni sessuali e livelli di estrogeni.

  • Miele.

  • Questo prodotto, che ha origine nei fiori e nelle piante, favorisce il nostro metabolismo e aiuta gli estrogeni a rimanere al loro punto migliore per mantenere buoni rapporti sessuali. A sua volta, si dice che il miele aumenta il livello di testosterone nel sangue.

  • Ostriche.

  • Uno degli alimenti con più zinco che possiamo trovare in natura, ideale per la produzione di sperma 

  • banane

 Potassio, magnesio, vitamina B e bufotenina sono responsabili del bilanciamento dei neurotrasmettitori cerebrali, migliorano l’umore, la fiducia in se stessi e l’autostima.

  • Vino rosso

il più famoso disinibitore conosciuto, la sua gradazione alcolica lo rende un alimento favorevole al mantenimento delle relazioni, da ricordare che come l’olio extravergine di oliva ha un alto contenuto di antiossidanti.

Con l’alimentazione si può…..

CONDIVIDI
Dott.ssa Silvana Di Martino
Nata a Napoli il 6 Luglio del 1970 ed ha conseguito la Laurea in Scienze Biologiche, presso l’Università Federico II di Napoli. Dottore di ricerca in Patologia Clinica, presso Policlinico Università Federico II di Napoli, inizia il suo percorso nel 1997, presso Cirio ricerche ”Produzione di latte delattosato per soggetti intolleranti al lattosio” per il CNR di Napoli. Dal 2003 presso l’Istituto Tumori Pascale di Napoli, sotto la direzione del Prof.re Paolo Ascierto, Valutazione post terapia della immunosoppressione tumorale in pazienti affetti da neoplasia in fase avanzata” Istituto Nazionale per lo studio e la cura dei tumori “Fondazione Giovanni Pascale” In collaborazione con il CROM e CNR di Avellino, continua il suo percorso di ricerca sul melanoma e indagini epidemiologiche sulla nutrizione” Progetto sull’educazione alimentare nelle scuole medie di Sperone (AV) per il CROM di Avellino” con oltre 30 pubblicazioni a suo nome Nazionali ed Internazionali, di cui alcune a suo primo nome. Dal 2006 sceglie la professione libera nel settore della nutrizione presso il suo centro Nutrizione&Benessere, sito a Casoria in via Leonardo Da Vinci 32, dove da direttore di estetica esercita un completamento estetico a quello nutrizionale e di ricerca, inoltre collabora con vari professionisti, seguendo percorsi nutrizionali che vanno dall’infanzia all’età senile, alla medicina estetica. Dal 2011-2013 con il Mo.D.A.V.I Onlus progetto scuole –Stile di vita e giusta alimentazione nelle scuole medie superiori della campania. Si avvale inoltre dell’analisi di Stress ossidativo, che viene eseguita presso la Federico II di Napoli, per poter elaborare diete antiossidanti. Oltre ad avere il suo centro a Casoria, la dottoressa esercita la sua professione, presso vari studi medici sparsi in tutta Italia, dalla Regione Calabria, alla Toscana al Veneto Dal 2015 diventa pubblicista per varie testate giornalistiche online, fino a conseguire nel 2020, il titolo di giornalista.

CONTATTA L'AUTORE DELL'ARTICOLO:

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome