MALATTIE RARE: MORBO DI OSGOOD-SCHLATTER

Questa malattia inizia tra i 10 e i 15 anni per i maschi e tra gli 8 e i 13 anni per le femmine.

tagmedicina,OSGOOD

Il morbo di Osgood-Schlatter, noto anche come osteocondrosi dell’apofisi tibiale anteriore, è una delle più comuni cause di dolore al ginocchio che si manifesta negli adolescenti, durante l’accelerazione della crescita che si verifica in pubertà. Questa malattia inizia tra i 10 e i 15 anni per i maschi e tra gli 8 e i 13 anni per le femmine. Si manifesta più frequentemente nei ragazzi e nelle ragazze che praticano sport come la corsa, il salto, il basket, la ginnastica e il calcio. Di solito colpisce un ginocchio, ma può succedere che entrambe le ginocchia siano coinvolte (20-30% dei casi). La frequenza del morbo di Osgood-Schlatter è tre volte maggiore nei maschi rispetto alle femmine.

SINTOMATOLOGIA

Il morbo di Osgood-Schlatter si presenta con dolore in corrispondenza della parte anteriore del ginocchio, in particolare alla pressione e alla contrazione attiva del muscolo a livello della parte anteriore della tibia che si presenta sporgente e gonfia.
Il dolore aumenta con l’attività fisica, si riduce dopo l’interruzione e migliora con il riposo. Anche l’inginocchiamento produce dolore da pressione sulla parte sporgente del ginocchio.
Tali sintomi si risolvono in genere dopo alcune settimane o mesi e scompaiono alla fine della crescita, intorno ai 15-16 anni.

TRATTAMENTO

Il morbo di Osgood-Schlatter è una malattia benigna che di solito guarisce spontaneamente. I sintomi tendono a scomparire con il progredire della maturazione scheletrica, anche se talvolta può richiedere diversi mesi. La cura consiste nel riposo e nella riduzione o astensione da quella attività sportiva che può  riacutizzare il dolore. L’applicazione locale di ghiaccio e una terapia antidolorifica possono essere necessarie in caso di dolore intenso.Talvolta può essere utile indossare un tutore protettivo per il ginocchio per proteggerlo da un eventuale trauma diretto. L’allungamento dei tendini del ginocchio e gli esercizi di stretching della catena muscolare posteriore e di rinforzo del quadricipite possono costituire un utile complemento. Nei casi gravi e di una lunga durata dei sintomi può essere anche preso in considerazione un breve periodo di immobilizzazione del ginocchio.
Un’abnorme sporgenza della tuberosità tibiale, all’estremità superiore della tibia, può permanere come segno residuo della malattia ma molto raramente è causa di sintomi una volta terminato l’accrescimento.
Se Il morbo di Osgood-Schlatter viene trascurato può causare dolore anche in età post-puberale, rendendo necessario un intervento chirurgico per rimuovere frammenti ossei o per rimediare a un distacco osseo. 

(fonte ospedalebambinogesu.it)

CONDIVIDI
Vittorio Pietracci
56 anni, marchigiano di Fermo vive in Romagna dal settembre del 2000. Giornalista professionista dal 1991, ha lavorato in quotidiani di diverse regioni (Marche, Umbria, Toscana, Lazio ed Emilia Romagna) fino alla qualifica di caporedattore centrale. Tra le sue esperienze anche l'assunzione, quale esperto per l'informazione, presso l'ufficio di Gabinetto del presidente del Consiglio regionale delle Marche dott. Alighiero Nuciari nei primi anni 90 e quelle radiofoniche presso alcune emittenti private sempre delle Marche.

CONTATTA L'AUTORE DELL'ARTICOLO:

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome