MALATTIE RARE: TRIMETILAMINURIA

Comporta l’emissione di un forte e sgradevole odore paragonabile a quello del pesce marcio.

tagmedicina,TRIMETILAMINURIA

La trimetilaminuria (Tmau), anche detta sindrome da odore di pesceè un disordine metabolico. Comporta l’emissione di un forte e sgradevole odore paragonabile a quello del pesce marcio. La condizione sembra essere più comune nelle donne rispetto agli uomini. Gli scienziati sospettano che alcuni ormoni sessuali femminili, ad esempio gli estrogeni e il progesterone, possano aggravare i sintomi. 

SINTOMATOLOGIA

I primi sintomi in genere si manifestano con lo svezzamento, come conseguenza dell’introduzione di alimenti ricchi in colina, L-carnitina, betaina e lecitina, ma spesso si tratta di una forma transitoria. È stato invece osservato che l’odore diventa più intenso in seguito agli sforzi fisici, al cambiamento di umore, all’aumento della temperatura, e nelle donne, tende ad aumentare prima o in concomitanza del ciclo mestruale.

TRATTAMENTO

L’unico rimedio per ridurre il cattivo odore consiste nel limitare il consumo di alimenti ricchi di precursori della Tma, contenuti nel pesce, nei frutti di mare, nel fegato e nelle uova. Oltre a un preciso ed equilibrato regime alimentare, il gastroenterologo può prescrivere cicli di antibiotici specifici e/o probiotici. Per quanto riguarda l’igiene e la cura del corpo, generalmente il dermatologo consiglia detergenti che abbiano un pH equilibrato (tra 5,5 e 6,5) e deodoranti specifici, in particolare a base di aloe vera e clorofilla.

(fonte www. Oksalute.it)

CONDIVIDI
Vittorio Pietracci
56 anni, marchigiano di Fermo vive in Romagna dal settembre del 2000. Giornalista professionista dal 1991, ha lavorato in quotidiani di diverse regioni (Marche, Umbria, Toscana, Lazio ed Emilia Romagna) fino alla qualifica di caporedattore centrale. Tra le sue esperienze anche l'assunzione, quale esperto per l'informazione, presso l'ufficio di Gabinetto del presidente del Consiglio regionale delle Marche dott. Alighiero Nuciari nei primi anni 90 e quelle radiofoniche presso alcune emittenti private sempre delle Marche.

CONTATTA L'AUTORE DELL'ARTICOLO:

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome