Fitoterapia cinese vs medicina occidentale. Efficacia e sicurezza nel trattamento dell’iperuricemia

tagmedicina,dell'iperuricemia

Secondo la tradizione fitoterapica cinese alcuni rimedi possono essere impiegati anche per il trattamento dell’iperuricemia, e l’obiettivo di questo lavoro è stato quello di andare a verificare in modo sistematico l’efficacia e la sicurezza delle erbe medicinali cinesi per il trattamento dell’iperuricemia. Sono stati inclusi studi clinici controllati randomizzati (RCT) e sono stati applicati i criteri Cochrane per valutare il rischio di bias. Sono stati inclusi undici RCT con 838 pazienti.

Non è stata verificata alcuna differenza significativa nell’acido urico sierico tra i soggetti che assumevano le erbe medicinali cinesi e la medicina tradizionale occidentale (SME: 0,19, 95% CI: da -0,04 a 0,43; p = 0,10). In termini di efficacia complessiva, le erbe medicinali cinesi erano significativamente superiori alla medicina occidentale (RR: 1,11; 95% CI: 1,04-1,17; p = 0,0007). Le erbe medicinali cinesi erano migliori della medicina occidentale nel ridurre le reazioni avverse (RR: 0,30; 95% CI: da 0,15 a 0,62; p = 0,001). Sebbene questi dati siano incoraggianti e addirittura dimostrare che le erbe medicinali cinesi possono avere una maggiore efficacia complessiva con un minor numero di reazioni avverse dei farmaci, tali prove risultano però deboli a causa della bassa qualità metodologica e del piccolo numero di studi inclusi.

Jianping Lin ,et al.Efficacy and Safety of Chinese Medicinal Herbs for the Treatment of Hyperuricemia: A Systematic Review and Meta-Analysis Evid Based Complement Alternat Med. 2016.

Fonte Farmacista 33

 

CONDIVIDI

CONTATTA L'AUTORE DELL'ARTICOLO:

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome