MALATTIE RARE: CICLOSPORIASI

I soggetti possono contrarre un'infezione da Cyclospora consumando alimenti importati o acqua contaminati dal parassita.

tagmedicina,CICLOSPORIASI

La ciclosporiasi è un’infezione dell’intestino tenue causata dal parassita Cyclospora cayetanensis. I sintomi principali sono diarrea acquosa accompagnata da crampi addominali e nausea. I soggetti possono contrarre un’infezione da Cyclospora consumando alimenti importati o acqua contaminati dal parassita.

SINTOMATOLOGIA

Il sintomo principale della ciclosporiasi è la diarrea acquosa ad insorgenza improvvisa, non emorragica, accompagnata da nausea. Tra gli altri sintomi si annoverano febbre, crampi addominali, vomito, affaticamento e perdita di peso. Nei soggetti con sistema immunitario competente, i sintomi durano da pochi giorni a un mese o più. Possono verificarsi delle recidive.

Qualora il sistema immunitario sia compromesso, ad esempio nei malati di AIDS , la ciclosporiasi può causare una diarrea grave che può persistere per lungo tempo.

TRATTAMENTO

In presenza di infezione sintomatica il trattamento consiste nella combinazione antibiotica trimetoprim-sulfametoxazolo (TMP-SMX) assunta per bocca.

Nelle persone affette da AIDS , è molto importante trattare l’infezione da HIV nel modo più efficace possibile con i farmaci antiretrovirali . Tale trattamento può rafforzare il sistema immunitario compromesso e solitamente contribuisce a controllare la diarrea e gli altri sintomi. I soggetti con AIDS possono trarre beneficio da una dose maggiore di TMP-SMX e da un ciclo di trattamento più lungo

(Fonte mdmmanulas.it)

 

CONDIVIDI
Vittorio Pietracci
56 anni, marchigiano di Fermo vive in Romagna dal settembre del 2000. Giornalista professionista dal 1991, ha lavorato in quotidiani di diverse regioni (Marche, Umbria, Toscana, Lazio ed Emilia Romagna) fino alla qualifica di caporedattore centrale. Tra le sue esperienze anche l'assunzione, quale esperto per l'informazione, presso l'ufficio di Gabinetto del presidente del Consiglio regionale delle Marche dott. Alighiero Nuciari nei primi anni 90 e quelle radiofoniche presso alcune emittenti private sempre delle Marche.

CONTATTA L'AUTORE DELL'ARTICOLO:

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome