Achillea Millefolium

tagmedicina,Achillea

Achillea Millefolium è una specie erbacea perenne che cresce nei pascoli, prati incolti, bordi delle strade. È una Composita (Asteracee) dall’odore forte e aromatico. Dalla Tintura Madre, ottenuta dalla pianta intera fiorita, si estraggono dei flavonoidi, un olio essenziale contenente la canfora, un lattone sesquiterpenico (Achilleina) ad attività antiemorroidaria e altri principi attivi ad azione antinfiammatoria.

Principali indicazioni

Si riconoscono alla pianta attività vulneraria, antispasmodica, astringente, stimolante, emostatica, tonica, emmenagoga.

Nell’uso omeopatico trova indicazione soprattutto nelle emorragie di sangue rosso vivo, traumatiche o spontanee, ovunque localizzate, esterne e interne, ferite, gastrite, metrorragia, emorroidi, ulcere emorragie, coliche, dismenorrea.

La sua azione è simile a quella di Crotalus e suoi complementari sono Arnica e Phosphorus.

 Sintomi e modalità di reazione

Emorragie indolori di sangue rosso vivo, fluido, in assenza di ansia.

Posologia

In caso di emorragia si prescrive alla 5 CH, tre granuli ogni 5 minuti, in alternanza con Arnica 9 CH, distanziando col miglioramento. Nella prevenzione nei pazienti tendenti alle emorragie prescrivere Millefolium 5 CH 5 granuli mattino e sera, associando la sera prima e la mattina dell’intervento un tubo dose di Phosphorus 9 o 15 CH.

Fonte: Farmacista33

CONDIVIDI

CONTATTA L'AUTORE DELL'ARTICOLO:

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome