Il Covid e la Solitudine: Il sostegno psicologico on line come risorsa nella difficoltà

Non potremo cambiare le cose ma possiamo decidere di guardare con occhi diversi se impariamo ad osservare da nuovi punti di vista.

tagmedicina, solitudine

Mai come oggi percepiamo, per via della pandemia che stiamo vivendo, sulla pelle quel senso di isolamento e solitudine che può turbarci e farci provare angoscia e frustrazione. Pensiamo agli anziani, soli dentro le case di riposo, lontano dagli affetti. Ai familiari di questi anziani, che si vedono privare la possibilità del conforto di un abbraccio della propria madre o del proprio padre. Pensiamo a tutte quelle persone che, purtroppo, grazie al covid, hanno perso delle figure significative e si trovano oggi a dover fare i conti con questa enorme perdita, senza magari avere avuto la possibilità di dirgli addio, di un ultimo bacio, di una carezza o anche semplicemente della possibilità di onorare la loro dipartita come meglio avrebbero voluto fare ma non si è potuto per via dei protocolli anti contagio. Tutto questo può far sentire soli, può far sperimentare rabbia, angoscia e frustrazione. Spesso la domanda più frequente che ci si pone è: “Si può superare questo dolore?” “Si può tornare a provare serenità e gioia?”. E’ molto importante farsi carico di questi vissuti angoscianti che possono subentrare. Bisogna imparare a pensare che, si può stare meglio di come si sta, se si vuole, attraverso un percorso con uno psicologo formato e competente che può aiutare a far emergere nuove risorse e possibilità. Così come il ramo può sentirsi solo e nudo davanti all’inverno senza le sue foglie, potrà sentirsi pieno e ricco quando in primavera sorgeranno nuove gemme e fiori. Il servizio di sostegno psicologico on line, può aiutare a ridurre le distanze e far emergere nuove risorse per affrontare questa epidemia che non ha eguali nella storia. Non potremo cambiare le cose ma possiamo decidere di guardare con occhi diversi se impariamo ad osservare da nuovi punti di vista. Non accettiamo di sopravvivere, scegliamo di attraversare il cambiamento.

CONDIVIDI
Dott.ssa Licia Negrini
Specializzata in psicoterapia sistemico-relazionale, la Dott.ssa Negrini Licia ha conseguito la specializzazione presso l’Istituto di Psicoterapia Sistemico relazionale I.S.C.R.A di Modena ed è iscritta all’Ordine degli Psicologi della Regione Emilia Romagna. Si è laureata presso l’Alma Mater Studiorum di Bologna e svolge attività di libero professionista di Psicoterapia in ambito individuale, di coppia, familiare e di gruppo. E’ autrice di articoli di divulgazione scientifica on-line presso la rivista Tagmedicina. E’ specializzata nel sostegno alla coppia ed alle famiglie dopo la perdita di un figlio, aborto, interruzione volontaria di gravidanza, infertilità di coppia, lutto complesso e nuove gravidanze dopo una perdita. Si occupa inoltre di dipendenze patologiche tra cui le ludopatie, le nuove dipendenze da internet ed il gioco d’azzardo patologico. Lavora nella negoziazione dei conflitti familiari e per la genitorialità condivisa nella separazione. Lavora con gli adolescenti e le loro famiglie nelle difficoltà del cambiamento del ciclo vitale ed offre consulenza e supervisione agli insegnanti per prevenire il bullismo, le ludopatie, l’isolamento sociale e le problematiche legate all’adolescenza. Si occupa inoltre di disturbi neurodegenerativi della terza età per offrire consulenza e sostegno alle persone con Alzheimer e demenze ed alle loro famiglie per migliorare la qualità della vita ed il benessere percepito. Svolge training di stimolazione della memoria e prevenzione alle demenze.

CONTATTA L'AUTORE DELL'ARTICOLO:

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome