Medicina Anti-Aging: come vivere ed invecchiare in salute.

La medicina anti-aging ha come obiettivo quello di prevenire, trattare e rallentare il declino dell’organismo correlato all’avanzare dell’età per vivere ed invecchiare in salute.

Tagmedicina , medicina anti-aging

La medicina convenzionale ha già fatto molto per il prolungamento della vita che, infatti, nella maggior parte dei paesi industrializzati è intorno agli 80 anni ma questo aumento della longevità non sempre è legato alla qualità della vita. Un sempre maggior numero di anziani prolunga la propria vita in condizione di disabilità permanente, costretti su sedie a rotelle, alla permanenza in ricoveri o alla continua assistenza di una badante. Ciò che la Medicina Anti-Aging si propone non è affrontare l’insorgenza della patologia ed allungare il periodo di malattia di una persona, ma prevenire precocemente cercando di evitare le malattie di tipo degenerativo cronico e prolungando gli anni di salute ed efficienza fisica. Gli aspetti principali dell’invecchiamento morfologico e metabolico sono la perdita della massa muscolare, di osso, di cartilagine, la disidratazione, la perdita di elasticità a livello articolare e dei vasi sanguigni, la diminuzione delle capacità cardiorespiratorie e renali e dell’apparato gastrointestinale, la riduzione fisiologica delle secrezioni ormonali, l’invecchiamento cutaneo e l’aumento del grasso corporeo. Le cause di un più o meno rapido invecchiamento sono da attribuirsi per circa il 35% a fattori genetici, e qui possiamo fare poco, e per ben il 65% a fattori ambientali e stili di vita , come alimentazione, attività motoria, stress e abitudini voluttuarie dove invece si può far molto ottenendo drastici risultati. Il variegato mondo medico della prevenzione acquisisce sempre di più un ruolo fondamentale; le evidenze scientifiche da tempo confermano l’importanza della nutrizione, cercando la riduzione controllata dell’introito calorico associata ad un controllo rigoroso della qualità degli alimenti; dell’attività fisica, sia di tipo aerobico che finalizzata al rinforzo muscolare; dell’integrazione alimentare (fitoterapica e nutraceutica), nel promuovere la salute intesa con l’accezione più ampia. Cosa si può fare nell’ambito della Medicina Anti-Aging: ottimizzare il rapporto fra massa grassa e massa magra, promuovere programmi di esercizio fisico sia di tipo aerobico che di rinforzo muscolare per potenziare il rendimento fisico e mentale, programmare integrazione nell’attività sportiva agonistica e amatoriale al fine di migliorare la performance e rallentare l’invecchiamento dell’organismo, potenziare il sistema immunitario, fornire consigli nutrizionali per arrivare ad una riduzione controllata dell’introito calorico (restrizione calorica) associati ad un controllo rigoroso della qualità dei nutrienti, garantire un buon funzionamento epatico ed enterico così da ottimizzare la capacità di detossificazione dell’organismo e la sua eubiosi attraverso il controllo del microbiota intestinale, consigliare dopo attenta indagine anamnestica familiare, sullo stile di vita e  valutazione degli esami ematochimici generali e specifici, integrazione personalizzata e razionale con fitoterapici e nutraceutici.

CONDIVIDI
Dott. Roberto Barbagli
Laureato in Medicina e Chirurgia presso Università degli Studi di Firenze ne 1982. Nel 2002 ha frequentato Corso Biennale in Fitoterapia Clinica USL Empoli attualmente inscritto nel Registro Medicine Non Convenzionali Ordine dei Medici Rimini. Nel 2008 ha conseguito un Master Internazionale in Dietetica e Nutrizione presso Università Politecnica delle Marche. Membro SINUT esperto in Integratori Alimentari. Attualmente lavora come MMG distretto di Novafeltria (RN), svolge libera professione in Dietetica e Nutrizione Fitoterapia Clinica Medicina Antiaging.

CONTATTA L'AUTORE DELL'ARTICOLO:

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome