Alimentazione in gravidanza

La dieta deve essere variata e deve comprendere: cereali e derivati, latte e latticini, carne, pesce, uova, legumi, frutta, verdura e olio di oliva

tagmedicina,gravidanza

E’ importante nutrirsi bene durante la gravidanza, importante sia per la mamma che per il feto.

Una dieta equilibrata e varia è estremamente importante, ma non tutti gli alimenti sono adatti a una donna in stato interessante.

La dieta deve essere variata e deve comprendere: cereali e derivati, latte e latticini, carne, pesce, uova, legumi, frutta, verdura e olio di oliva. È necessario prestare attenzione al lavaggio accurato di frutta e verdura e all’idonea cottura di carne e pesce Quali sono i cibi da evitare?

Alcol e alimenti contenenti alcol andrebbero del tutto eliminati. Non è possibile stabilire quale sia la quantità di alcol “compatibile con la gravidanza”, per questo motivo meglio evitare l’assunzione di alcolici.

Inoltre conviene anche ridurre il consumo di caffè e di bevande contenenti chinino (acqua tonica, Bitter Lemon).

Per non rischiare di contrarre un’infezione causata da agenti patogeni, bisogna sapere che esistono alcuni “alimenti proibiti” durante la gravidanza:

Carne cruda o non completamente cotta (ad es. bistecca, roast beef) Insaccati, prodotti a base di carne cruda (ad es. salame, prosciutto crudo, altri salumi tipici a base di carne cruda) Pesce e frutti di mare crudi o non completamente cotti e pesce affumicato Uova crude o non completamente cotte e vivande a base di uova crude (ad es. tiramisù) Insalate pronte confezionate e pre-tagliate (i test hanno rilevato un’alta concentrazione di germi in molti prodotti), cibi collocati su banchi all’aperto, sandwich e panini pronti, spremute fatte sul momento in esercizi commerciali Insalate e frutta e verdura non lavate Pesci predatori quali tonno, luccio, sgombro reale, che contengono molti grassi e possono essere esposti alla contaminazione da metalli pesanti Per capire se puoi o meno mangiare determinati alimenti, devi anche accertarti di aver sviluppato gli anticorpi contro alcuni agenti patogeni (ad es. la toxoplasmosi).

Per quanto riguarda il peso non superare il chilo a mese, gli eccessi non sono utili per nessuno dei due, ed inoltre si può andare incontro a patologie come diabete e gestosi.

Fare una passeggiata 2-3 volte a settimana in modo lento e costante, se è possibile abbinare qualche massaggio di linfo drenaggio dopo il terzo mese di gravidanza per ridurre la pesantezza alle gambe.

Ad ogni modo chiedere un consiglio ad un professionista del settore della nutrizione, è sempre la cosa più giusta.

Per avere un’alimentazione mirata e restare in linea anche dopo il parto

Nutrizione è Prevenzione

CONDIVIDI
Dott.ssa Silvana Di Martino
Nata a Napoli il 6 Luglio del 1970 ed ha conseguito la Laurea in Scienze Biologiche, presso l’Università Federico II di Napoli. Dottore di ricerca in Patologia Clinica, presso Policlinico Università Federico II di Napoli, inizia il suo percorso nel 1997, presso Cirio ricerche ”Produzione di latte delattosato per soggetti intolleranti al lattosio” per il CNR di Napoli. Dal 2003 presso l’Istituto Tumori Pascale di Napoli, sotto la direzione del Prof.re Paolo Ascierto, Valutazione post terapia della immunosoppressione tumorale in pazienti affetti da neoplasia in fase avanzata” Istituto Nazionale per lo studio e la cura dei tumori “Fondazione Giovanni Pascale” In collaborazione con il CROM e CNR di Avellino, continua il suo percorso di ricerca sul melanoma e indagini epidemiologiche sulla nutrizione” Progetto sull’educazione alimentare nelle scuole medie di Sperone (AV) per il CROM di Avellino” con oltre 30 pubblicazioni a suo nome Nazionali ed Internazionali, di cui alcune a suo primo nome. Dal 2006 sceglie la professione libera nel settore della nutrizione presso il suo centro Nutrizione&Benessere, sito a Casoria in via Leonardo Da Vinci 32, dove da direttore di estetica esercita un completamento estetico a quello nutrizionale e di ricerca, inoltre collabora con vari professionisti, seguendo percorsi nutrizionali che vanno dall’infanzia all’età senile, alla medicina estetica. Dal 2011-2013 con il Mo.D.A.V.I Onlus progetto scuole –Stile di vita e giusta alimentazione nelle scuole medie superiori della campania. Si avvale inoltre dell’analisi di Stress ossidativo, che viene eseguita presso la Federico II di Napoli, per poter elaborare diete antiossidanti. Oltre ad avere il suo centro a Casoria, la dottoressa esercita la sua professione, presso vari studi medici sparsi in tutta Italia, dalla Regione Calabria, alla Toscana al Veneto Dal 2015 diventa pubblicista per varie testate giornalistiche online, fino a conseguire nel 2020, il titolo di giornalista.

CONTATTA L'AUTORE DELL'ARTICOLO:

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome