Alimenti salutari: i fagiolini verdi

Fagiolini: particolarmente adatti a chi segue un regime ipocalorico

tagmedicina,verdi

I fagiolini verdi freschi hanno pochissime calorie, circa 31 per 100 grammi, non contengono grassi saturi e come tutte le verdure sono particolarmente adatti a chi segue un regime ipocalorico. Attenzione però ai condimenti. I fagiolini verdi andrebbero consumati spesso per il vantaggio nutrizionale che comportano.

  • I fagiolini sono dei legumi: la parte commestibile infatti è il baccello immaturo di una pianta di fagiolo.

  • Da un punto di vista nutrizionale, però, è sbagliato considerarli legumi, proprio perché vengono raccolti molto prima che lo diventino. Dunque, vanno classificati come ortaggi. Al contrario della maggior parte dei legumi, per esempio, i fagiolini non provocano disturbi intestinali. Anzi, è provato che le loro fibre proteggono la mucosa del colon e lo ripuliscono da scorie che alla lunga possono irritare.

  • I fagiolini sono una buona fonte di vitamine, minerali e preziosi micronutrienti. In particolare contengono flavonoidi polifenolici, come la luteina e il betacarotene, che sono fortemente antiossidanti e proteggono le cellule del nostro organismo dall’invecchiamento. In pratica, questi componenti agiscono come spazzini contro i radicali liberi.

  • Ricchi di fibre, i fagiolini favoriscono il transito intestinale e quindi aiutano anche a tenere basso il livello di colesterolo nel sangue.

  • Sono fonte di acido folico e vitamine, tra cui spiccano la A, la B12, la K e la C. Una dieta ricca di acido folico, come è noto, è particolarmente consigliata in gravidanza, per prevenire difetti nel feto. Le vitamine contenute nei fagiolini, poi, contribuiscono a rinforzare il sistema immunitario. Quanto alla vitamina K, è scientificamente considerata funzionale per mantenere in buona salute le ossa e prevenire l’osteoporosi.

  • I fagiolini sono una miniera di ferro, calcio, manganese e potassio, essenziali per il buon funzionamento del metabolismo.

  • Sono un vegetale particolarmente diuretico: il potassio contenuto svolge un ruolo importante per regolare i liquidi nel nostro organismo, combattendo così l’eccesso di sodio e dunque anche l’ipertensione.

  • Il consumo di fagiolini, infine, è consigliato a chi ha problemi di glicemia o tende ad accumulare grasso addominale, in quanto hanno un bassissimo indice glicemico.

  • I micronutrienti di cui sono ricchi, unitamente alla combinazione di vitamina C e K, stimolano la formazione di collagene, importante soprattutto con l’avanzare dell’età.

  • I fagiolini infine sono consigliati a chi soffre di reflusso gastroesofageo, in quanto alimento basico (non acido) e dunque particolarmente digeribile.

  • Fonte Dica 33

CONDIVIDI

CONTATTA L'AUTORE DELL'ARTICOLO:

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome