Turismo odontoiatrico: una scusa per andare in vacanza all’estero

Boom di viaggi alle Canarie per effettuare cure odontoiatriche

tagmedicina,all'estero

Boom di viaggi alle Canarie per effettuare cure odontoiatriche ed aggirare il divieto di espatrio motivando il viaggio come “esigenza sanitaria”.

In buona parte d’Europa le limitazioni agli spostamenti, sia all’interno dei confini nazionali che all’estero, per contenere la diffusione del Covid sono simili: vietati se non per motivi di lavoro, di salute o per urgenze familiari.

Ed allora perché non prenotare una visita odontoiatrica all’estero, magari un Paese che garantisca sole e mare?

A sottolineare come negli ultimi mesi gli studi odontoiatrici delle Canarie siano stati presi d’assalto dalle prenotazioni di cittadini stranieri, prevalentemente inglesi e irlandesi, è il sito politico.ue informando che, stando ai dati dell’Ufficio nazionale per l’immigrazione irlandese, un terzo dei viaggiatori diretti a Tenerife abbiano dichiarato di viaggiare per motivi sanitari mostrando la mail di conferma della prenotazione di una visita in uno studio odontoiatrico della cittadina spagnola.

Molti dei pazienti, ovviamente, vengono accompagnati dal coniuge o parente, cosa consentita dalle norme anti Covid.

Il sito ha anche sentito alcuni studi odontoiatrici delle Canarie che hanno confermato l’aumento di prenotazioni di cittadini stranieri sottolineando, però, che molti non si presentano per l’appuntamento prenotato oppure effettuano solamente una prima visita.

Fonte: Odontoiatria33

CONDIVIDI

CONTATTA L'AUTORE DELL'ARTICOLO:

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome