Chi è meno in forma ha maggiori probabilità di sviluppare la psoriasi

tagmedicina,psoriasi

Secondo uno studio pubblicato su Plos One, nei giovani adulti esiste un collegamento tra una forma fisica più scarsa e un rischio elevato di sviluppare la psoriasi. «Era noto che una scarsa forma fisica aumentasse il rischio di contrarre malattie cardiovascolari, e anche la psoriasi è collegata a un aumento del rischio di malattie cardiovascolari. I risultati del nostro studio confermano che esistono valide ragioni per valutare la forma fisica delle persone quando sono molto giovani, per identificare gli individui a più alto rischio di esiti negativi per la salute negli anni a venire», afferma Marta Laskowski, della University of Gothenburg e del Sahlgrenska University Hospital (Svezia), prima autrice del lavoro.

I ricercatori hanno studiato i dati di oltre 1,2 milioni di uomini arruolati a 18 anni di età nelle forze armate svedesi tra il 1968 e il 2005 e che sono stati sottoposti a un test su cyclette per valutare la forma fisica. In base ai risultati del test, i partecipanti sono stati suddivisi in tre gruppi (forma fisica scarsa, media e alta). Gli esperti hanno quindi incrociato tali dati con registri di pazienti svedesi, escludendo dallo studio chi aveva già ricevuto una diagnosi di psoriasi o artrite psoriasica al momento dell’arruolamento, e hanno osservato che poco più di 23.000 coscritti hanno sviluppato tra i 37 e i 51 anni una o l’altra delle due patologie, e che questo fatto ha riguardato il 2,5% del gruppo con forma fisica scarsa e solo l’1,7% del gruppo con forma fisica alta. Nel gruppo con forma fisica scarsa rispetto al gruppo con forma fisica alta, il rischio di sviluppare la psoriasi era maggiore del 35% e quello di sviluppare l’artrite psoriasica maggiore del 44%. «Precedenti ricerche hanno indicato che, in generale, le persone con psoriasi sono meno in forma di quelle senza malattia che si impegnano in una quantità uguale di attività fisica. Tuttavia, le ragioni di questa differenza non sono state completamente chiarite» sottolinea Laskowski. Gli autori ricordano che tra i limiti del loro studio sono da annoverare il fatto di non aver potuto monitorare le tendenze della forma fisica degli uomini negli anni intercorsi tra l’arruolamento e l’insorgenza della malattia, e la mancanza di dati sul fumo, noto fattore di rischio per la psoriasi.

PLOS One 2020. Doi: 10.1371/journal.pone.0243348
https://doi.org/10.1371/journal.pone.0243348

 

CONDIVIDI

CONTATTA L'AUTORE DELL'ARTICOLO:

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome