Sindrome dell’intestino irritabile, un batterio potrebbe essere la causa delle forme diarroiche

tagmedicina,irritabile

Secondo uno studio pubblicato su Gut, esiste una connessione tra Brachyspira, un genere di batteri che può talvolta essere presente nell’intestino umano, e la sindrome dell’intestino irritabile, in particolare la forma che causa diarrea. «Il nostro studio mostra che questo batterio si nasconde sotto lo strato di muco che protegge la superficie intestinale dai batteri fecali. Quindi, a differenza della maggior parte degli altri batteri intestinali, Brachyspira è in contatto diretto con le cellule e ne copre la superficie. Sono rimasta immensamente sorpresa quando abbiamo continuato a trovare Brachyspira in sempre più pazienti con sindrome dell’intestino irritabile, ma non in individui sani» spiega Karolina Sjöberg Jabbar, della University of Gothenburg, in Svezia, prima autrice del lavoro.

Per rilevare Brachyspira, i ricercatori hanno analizzato le proteine batteriche nel muco proveniente da biopsie prelevate dall’intestino di 62 pazienti con sindrome dell’intestino irritabile e di 31 volontari sani. Tra i pazienti con sindrome dell’intestino irritabile, 19 (31%) avevano Brachyspira nell’intestino, ma il batterio non è stato rilevato in nessun campione dei volontari sani. La presenza del batterio era tra l’altro particolarmente comune nei pazienti con malattia infiammatoria e diarrea. Gli esperti pensano che queste scoperte siano sfruttabili per trovare nuove opzioni di trattamento e forse anche per curare alcuni pazienti con malattia infiammatoria intestinale. Tuttavia, in uno studio pilota che ha coinvolto il trattamento con antibiotici di pazienti con Brachyspira, i ricercatori non sono riusciti a eradicare il batterio. «Brachyspira sembrava rifugiarsi all’interno delle cellule caliciformi intestinali, che secernono muco. Questo è un metodo di sopravvivere agli antibiotici non noto in precedenza in altri batteri, e si spera che averlo identificato migliori la nostra comprensione di altre infezioni difficili da trattare» afferma Sjöberg Jabbar. Se l’associazione tra Brachyspira e sintomi di sindrome dell’intestino irritabile sarà confermata in studi più estesi, potranno essere tentate altre terapie, come regimi antibiotici o probiotici. Poiché lo studio mostra che i pazienti con il batterio hanno un’infiammazione intestinale che assomiglia a una reazione allergica, altre potenziali opzioni di trattamento potrebbero comprendere farmaci per l’allergia o cambiamenti nella dieta.

Gut 2020. Doi: 10.1136/gutjnl-2020-321466
http://dx.doi.org/10.1136/gutjnl-2020-321466

 

CONDIVIDI

CONTATTA L'AUTORE DELL'ARTICOLO:

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome